MANIFESTO AUGURALE PER IL 2016

Tra poche ore inizia il 2016 .

Come sempre, l’anno nuovo segna un passaggio codificato dal calendario ed “inventato” dagli uomini per dare un po’ di ordine temporale alle umane faccende .

E’ un passaggio mentale , tradizionale , cronologico e organizzativo .

Visto che si tratta di un passaggio , allora vale la pena provare ad utilizzare il rito del passaggio in maniera positiva e propositiva .

Ognuno di noi ad inizio fa dei programmi per il l’anno nuovo ; che siano mantenuti o meno sarà compito della nostra coscienza verificarlo…

Il mio personale Augurio , rivolto in particolare , a chi si occupa di business , a chi ha una propria attività economica ( piccola o grande che sia ) , a chi gestisce un’azienda è quello di focalizzarsi nel 2016 su almeno 3 pilastri .

Eccoli :

  1. FORMAZIONE : Socrate diceva : “È sapiente solo chi sa di non sapere, non chi s’illude di sapere e ignora così perfino la sua stessa ignoranza.” . Partendo da questo concetto filosofico e profondissimo nelle sue implicazioni , il primo augurio è quello di utilizzare il nuovo anno per ampliare ed approfondire la propria formazione nel capire e gestire al meglio l’attività economica di cui si è parte . L’era digitale , sociale ed interconnessa nella quale viviamo, unita alla realtà della globalizzazione dei mercati , pone ogni azienda davanti a delle nuove sfide e a delle nuove opportunità : conoscerle , comprenderle ed acquisire gli strumenti per utilizzarle al meglio è una responsabilità imprescindibile per ogni buon imprenditore o manager , specialmente se dal proprio lavoro dipende anche il lavoro , e quindi la prosperità , dei dipendenti , collaboratori e fornitori. Spesso dare la colpa dei propri insuccessi alla “crisi” o alla “concorrenza” a alle “tasse” nasconde solo l’incapacità di mettersi in gioco e di migliorare la propria capacità di comprendere il mondo economico in cui viviamo .
  2. CONTROLLO : Quanto hai guadagnato ( o perso ) oggi con la tua attività ? Ad una domanda del genere, probabilmente, almeno il 90% degli imprenditori non saprebbe rispondere correttamente o con un grado di approssimazione accettabile ( 5 -10 % max ) . Quindi il secondo augurio per il 2016 è di imparare a tenere sotto controllo i conti ed , in particolare, l’andamento economico – finanziario della propria attività per capirne realmente la situazione , analizzare le prospettive e poter intervenire tempestivamente in caso di dati allarmanti . Ci sono tante possibilità di farlo , con strumenti anche relativamente semplici o affidandosi ad esperti adatti alle proprie dimensioni aziendali che sarebbe un peccato non augurarlo…
  3. VENDITE : “Il più grande patrimonio di un’azienda è rappresentato dai suoi clienti, perché senza clienti non esistono aziende” . Un’azienda non vale solo perché possiede dei macchinari , delle attrezzature o degli immobili ; tutto questo senza i clienti e , quindi, le vendite non serve a nulla . Focalizzarsi sui Clienti significa focalizzarsi sulle Vendite ; per focalizzarsi sulle vendite serve la Formazione ed il Controllo e , così , il cerchio si chiude. Quindi il terzo augurio è di mettere le Vendite al centro della propria attività . Sembra un concetto scontato , ma vi siete mai chiesti perché spesso di due attività simili o identiche l’una prospera e l’altra stenta o magari fallisce ? Semplice : perché la prima è concentrata sulle Vendite e sui Clienti . Il vero problema è che per concentrarsi sulle Vendite ci vuole capacità , preparazione , fantasia , controllo , impegno , sacrifici , prodotti efficaci , prezzi giusti ( non bassi , giusti ! ) … Chi lo fa , ha successo . Punto !

Questo è un breve augurio . E’ uno stimolo . E’ una spinta . E’ una riflessione . E’ un invito . E’ uno sprone . E’ un obiettivo . E’ una carica .

Il 2016 sarà un anno bellissimo ! ( Se lo vuoi , veramente … )

Auguri !

Francesco Leone

www.francescoleonecommercialista.it

Share

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *